NOTA! Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Trattamento dei dati personali

In riferimento al D.lgs 30 giugno 2003 n. 196 (codice in materia di protezione dei dati personali), le comunichiamo che ogni attenzione è posta a tutelare la riservatezza e la privacy dei visitatori del presente sito ed il trattamento dei suoi dati personali è finalizzato alla gestione delle operazioni descritte ed all'invio di nostro materiale informativo.
L’informativa è resa soltanto per il sito centrostudistasa.eu e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite appositi link
L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica ai nostri indirizzi e-mail di contatto comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessaria per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali contenuti nella missiva, che saranno utilizzati solo per lo scambio di informazioni tra centrostudistasa ed il proprietario dell'indirizzo e-mail inviato.
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettifica (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003) . Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.
Le richieste vanno inoltrate al Titolare del trattamento.
Per far valere tali diritti, l'Utente può rivolgersi direttamente al Titolare del Trattamento dei Dati personali all'indirizzo centrostudistasa@gmail.com

Gli applicativi software utilizzati in questo Sito possono contenere la tecnologia “cookie”. I cookie hanno principalmente la funzione di agevolare la navigazione da parte dell’utente. I cookie potranno fornire informazioni sulla navigazione all’interno del Sito e permettere il funzionamento di alcuni servizi che richiedono l’identificazione del percorso dell’utente attraverso diverse pagine del Sito. Per qualsiasi accesso al sito, indipendentemente dalla presenza di un cookie, vengono registrati il tipo di browser, il sistema operativo (es. Microsoft, Apple, Android, Linux, ecc…), l’Host e l’URL di provenienza del visitatore, oltre ai dati sulla pagina richiesta. L’utente ha comunque modo di impostare il proprio browser in modo da essere informato quando ricevete un cookie e decidere in questo modo di eliminarlo. Ulteriori informazioni sui cookie sono reperibili sui siti web dei fornitori di browser.

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccole stringhe di testo che vengono salvate nel computer dell’utente quando si visitano determinate pagine su internet. Nella maggior parte dei browser i cookie sono abilitati di default, tuttavia in fondo a questa pagina ci sono le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookie sui browser. I cookie che generiamo non sono dannosi per il device, non conserviamo informazioni identificative personali, ma usiamo informazioni per migliorare la permanenza sul sito. Per esempio sono utili per identificare e risolvere errori.
I cookie possono svolgere diverse funzioni, come ad esempio di navigare fra le varie pagine in modo efficiente e in generale possono migliorare la permanenza dell’utente. Il titolare si riserva il diritto di utilizzare i cookie, con il consenso dell’utente ove la legge o i regolamenti applicabili così stabiliscano, per facilitare la navigazione su questo sito e personalizzare le informazioni che appariranno. Il titolare si riserva inoltre il diritto di usare sistemi simili per raccogliere informazioni sugli utenti del sito, quali ad esempio tipo di browser internet e sistema operativo utilizzato, per finalità statistiche o di sicurezza

Tipi di cookie

I cookie poi si distinguono in “di sessione” e “persistenti”, i primi una volta scaricati vengono poi eliminati alla chiusura del Browser, i secondi invece vengono memorizzati fino alla loro scadenza o cancellazione. I cookie di sessione utilizzati hanno lo scopo di velocizzare l’analisi del traffico su Internet e facilitare agli utenti l’accesso ai servizi offerti dal sito. I cookie di sessione vengono principalmente utilizzati in fase di autenticazione, autorizzazione e navigazione nei servizi ai quali si accede tramite una registrazione. La maggior parte dei browser è impostata per accettare i cookie. Se non si desidera accettare i cookie, è possibile impostare il computer affinché li rifiuti oppure visualizzi un avviso quando essi vengono archiviati. Se l’interessato rifiuta l’uso dei cookie alcune funzionalità del sito potrebbero non funzionare correttamente ed alcuni dei servizi non essere disponibili. L’uso di c.d. cookie di sessione è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione, necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Tali dati hanno natura tecnica, validità temporanea e non sono raccolti allo scopo di identificare gli utenti ma, per via del loro funzionamento e in combinazione con altri dati detenuti da soggetti terzi (ad esempio il fornitore di connessione Internet dell’interessato), potrebbero permetterne l’identificazione. I Cookie di prima parte sono leggibili al solo dominio che li ha creati.

Che cookie utilizziamo?

Cookie strettamente necessari al funzionamento del sito:
Sono cookie indispensabili alla navigazione sul sito (per esempio gli identificativi di sessione) che consentono di utilizzare le principali funzionalità del sito e di proteggere la connessione. Senza questi cookie, non sarà possibile utilizzare normalmente il sito.

Cookie di aiuto alla navigazione:

Questi cookie aiutano alla navigazione. Ad esempio memorizzano informazioni in merito alla lingua preferita.

Cookie di terze parti:

Questo sito utilizza i seguenti cookie di terze parti. Per il funzionamento dei cookie in Google Analytics potete consultare la documentazione ufficiale fornita da Google cliccando su QUESTO LINK.

Come posso disabilitare i cookie?

La maggior parte dei browser accettano i cookie automaticamente, ma potete anche scegliere di non accettarli. Se non desideri che il tuo computer riceva e memorizzi cookie, puoi modificare le impostazioni di sicurezza del browser (Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Safari ecc…).

Esistono diversi modi per gestire i cookie e altre tecnologie di tracciabilità. Modificando le impostazioni del browser, si possono accettare o rifiutare i cookie o decidere di ricevere un messaggio di avviso prima di accettare un cookie dai siti Web visitati. Si possono eliminare tutti i cookie installati nella cartella dei cookie del suo browser. Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni.

Fate clic su uno dei collegamenti sottostanti per ottenere istruzioni specifiche:

Microsoft Internet Explorer

Cliccare l’icona ‘Strumenti’ nell’angolo in alto a destra e selezionare ‘Opzioni internet’. Nella finestra pop up selezionare ‘Privacy’.
Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookie oppure tramite il seguente LINK.

Google Chrome

Cliccare la chiave inglese nell’angolo in alto a destra e selezionare ‘Impostazioni’. A questo punto selezionare ‘Mostra impostazioni avanzate’ (“Under the hood’”) e cambiare le impostazioni della ‘Privacy’.
Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookie oppure tramite il seguente LINK.

Mozilla Firefox

Dal menu a tendina nell’angolo in alto a sinistra selezionare ‘Opzioni’. Nella finestra di pop up selezionare ‘Privacy’.
Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookie, oppure tramite il seguente LINK.

Apple Safari

Dal menu di impostazione a tendina nell’angolo in alto a destra selezionare ‘Preferenze’. Selezionare ‘Sicurezza’.
Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookie oppure tramite il seguente LINK.

Se non si utilizza nessuno dei browser sopra elencati, seleziona “cookie” nella relativa sezione della guida per scoprire dove si trova la tua cartella dei cookie.

Cookie Google Analytics

Per disabilitare i cookie analitici e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, scaricare il Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Clicca sui link per andare a disabilitare i cookie dei rispettivi servizi di terzi:

Servizi di Google

Facebook

Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

 
 

0
0
0
s2sdefault

DISATRO AEREO LINATELinate 8 ottobre 2001 15 anni dopo: ancora su un scenario di contromano intenzionale.

Era una opzione applicabile e/o da investigare anche a Linate? E' un riscontro nodale!

Dopo tanti anni la verifica dello scenario di "violazione intenzionale" di una SOP - Standard Operational Procedure, ovvero della procedura standard di rullaggio, andando contromano verso il punto attesa della pista 36 di Linate è ancora solo una ipotesi investigativa. Senza adeguati rilievi, riscontri sui tempi di rullaggio degli aeromobili che in quella tragica mattinata hanno rullato dal piazzale dei parcheggi (Piazzale Ovest ex ATA) dell'aviazione generale.

La responsabilità del pilota del Cessna immatricolato D-IEVX, autorizzato a muoversi intorno alle 07.48 dell'8 ottobre 2001, parcheggiato nel piazzale Ovest - ex ATA dell'aeroporto di Linate, ovviamente, non è in discussione. Ma la chiave dell'indagine è rappresentata dalla opzione: è stato un errore umano e/o un atto intenzionale deliberato e per quali, magari evidenti, evidenti ragioni?

Ma come, innanzitutto, definire e distinguere tra "Human Error" e "Violazione":

"Errors and Violations

In everyday language, the term “error” is used in a very broad sense. For a more detailed discussion of the topic, more precise definitions are needed. The classification used here is in line with James Reason’s definitions.

Errors are intentional (in)actions, which fail to achieve their intended outcomes.

Errors can only be associated with actions with a clear intention to achieve a specific intended outcome. Therefore, uncontrolled movements, e.g. reflexes are not considered errors. The error itself by definition is not intentional, but the original planned action has to be intentional. Furthermore, it is assumed in the above definition that the outcome is not determined by factors outside the control of the actor.

Violations are intentional (in)actions, which violate known rules, procedures or norms.

The fundamental difference between errors and violations is that violations are deliberate, whereas errors are not. In other words, commiting a violation is a conscious decision, whereas errors occur irrespective of one’s will to avoid them. Cases of intentional sabotage and theoretical cases of unintentional violation (breaking a rule because the person is not aware of the rule) are outside the scope of this Flight Operations Briefing Note.

Therefore, it is important to realize that within the scope of our discussion a person committing a violation does not intend the dramatic negative consequences which sometimes follow a violation - usually it is belived bona fide that the situation remains under control despite the violation.

It is worth noting that many sources, even in the domain of aviation safety, use the term “error” in a wider sense, covering both errors (as defined here) and violations.

Ma perchè inoltre i piloti - nel corso di talune operazioni e procedure a terra e in volo - deviano volontariamente e/o intenzionalmente dalle SOP - Procedure Operative Standard?

"Why do Pilots deviate from procedures?

Why do well trained, motivated and professional operators deviate from an SOP?

Individualism

Pilots and engineers are individuals at the end of the day and generally they want to impose some form of their own character on a procedure, this is in part what differentiates us from computers. Whether it be a different technique to break the boredom, or to apply some form of critical thinking to a procedure, generally these deviations do not adversely affect the outcome. Gone unchecked however, it can break down standardisation and bring confusion to a flight deck if a co-pilot does not understand the deviations in procedure of his Captain.

Complacency

This is the dropping of your guard during a repetitive task or the introduction of humour by deliberately mispronouncing words in a critical standardised task. The backstop to this is reinforced in CRM, where a pilot can correct repeated non-standardised responses to a checklist, preventing a deterioration in responses.

Frustration

Being forced to conform to a seemly ridiculous procedure can provide justification to alter or amend the practice of a procedure. There are several ways to approach this problem; either raise the issue with management and have the policy or procedure changed or have training provided to explain why a procedure is conducted in a particular way so it no longer seems ridiculous.

Conclusion

As we all know without procedures it would be difficult to maintain effective and safe operations of aircraft due to the complicated nature of the systems involved. The process of designing procedures from both an organisational as well an operational perspective is a long and tedious process. How effective these procedures are can only be determined by constantly monitering how much procedure deviation takes place once it is put into place. There will never be a perfectly designed set of SOPs due to the ever changing factors in the environment and thus changes in procedures."

AEROHABITAT – 9/10/16 - rd

 

NOTA REDAZIONALE S.T.A.S.A.

A 15 anni dal più grave disastro aereo italiano è lecito chiedersi se sugli aeroporti italiani a rischio intrusioni di traffico aereo o veicolare non autorizzate, esistono tecnologie avanzate per prevenirle.

In particolare ci si chiede, a margine delle dolorose celebrazioni di ieri, ma oggi a Linate la movimentazione degli aeromobili a terra è svolta con apparecchiature datate (tecnologie degli anni 90’) e decisamente di affidabilità non adeguata o si dispone di qualcosa che fornisca un segno tangibile che “non si vuole dimenticare” quella terribile tragedia nazionale.

Ci chiediamo ancora, esiste a Linate o è in fase di progettazione – ad esempio - il così detto sistema veicolare VMT (Vehicular Mode S Transponder) che estende il controllo del traffico ai mezzi terrestri sul sedime aeroportuale e. ottimizza la gestione dei mezzi mobili in ambito aeroportuale e minimizza i rischi di incidente con il continuo tracking dei mezzi in movimento. Il sistema VMT realizza un vero e proprio data link tra veicolo e torre di controllo sfruttando la selettività della tecnologia "Mode S".Trasponder Mode S che può essere installato in modo semplice e poco invasivo sugli automezzi di servizio e soccorso all'intero degli aeroporti:

Un sistema che si integra perfettamente con i sistemi di controllo radar di terra più evoluti che comunque, nei Paesi aeronauticamente all’avanguardia, continuano ad utilizzare il segnale grezzo (radar primario) in combinazione con la risposta del trasponder. Sicurezza si fa nella prevenzione. Ma a Linate oggi come stanno le cose? IL CTA dispone di moderne e affidabili tecnologie per affrontare senza patemi l’imminente arrivi delle nebbie e quindi di operazioni in bassa visibilità?

0
0
0
s2sdefault

bannercni nologo

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Collaborazioni